La particolarissima e affascinante conformazione delle Dolomiti rende le nostre montagne uniche nella loro maestosità e nel loro splendore.  Dieci anni fa i Monti Pallidi sono entrati a far parte del Patrimonio Mondiale  UNESCO. Esattamente nove gruppi montuosi delle Dolomiti, tra cui Sciliar e Catinaccio, sono stati inseriti nell’elenco dei patrimoni naturali dell’umanità.

L’inserimento in tale elenco è il maggior riconoscimento al mondo riservato a un sito naturale, quasi una sorta di “Nobel del settore”, Prima di essere registrato in tale elenco, ciascun sito viene sottoposto a minuziose e approfondite verifiche sulla conformità ai severi criteri UNESCO, tra cui l’accertamento che si tratti di un patrimonio unico d’importanza straordinaria e universale.

Nel caso delle nostro Dolomiti la bellezza paesaggistica, insieme al significato geologico e geomorfologico, è considerata unica al mondo.

Sebbene a livello spaziale siano separati l’uno dall’altro, danno vita a un tutt’uno dal punto di vista paesaggistico, geologico e geomorfologico, su un’area di circa 142.000 ettari che si estende tra le province di Bolzano (Alto Adige), Trento, Belluno, Pordenone e Udine.

In Alto Adige, fanno parte di questo patrimonio i Parchi Naturali:

  • Tre Cime
  • Fanes Sennes - Braies
  • Puez-Odle,
  • Sciliar-Catinaccio
  • il Gruppo del Latemar e
  • il monumento naturale Bletterbach/Rio delle Foglie